Pagina Principale | Mappa del sitoInformazioni | Forum

 
  Sei su Regio Esercito
 
Indice Principale

Fascismo

Il Regio Esercito

L'industria bellica

Le campagne di guerra

La R.S.I

Il Regno del Sud

I Reparti

Le Armi

I Mezzi


Indice di sezione

Indietro



 

 

Uniformi

 

 

 

 

Ministero delle Colonie

 

 

 

 

Regolamento e istruzione sulla divisa

RR. Corpi Truppe Coloniali (1929)

 

 

 

PARTE SECONDA

ISTRUZIONE SULLA DIVISA

 

CAPO V. DIVISA DEGLI UFFICIALI

§ 1. - ISTRUZIONI SULLA DIVISA DEGLI UFFICIALI

DEL REGIO ESERCITO (compresi quelli dei CC. RR.)

 

 

A. - Oggetti obbligatori.
1. - Elmetto. - L'elmetto di color cachi č del tipo comunemente detto Aden.
L'elmetto di color bianco č del tipo «coloniale» generalmente in uso nelle varie colonie.
L'elmetto (cachi o bianco) č munito del soggolo e si completa con la coccarda e il fregio metallico. Con la grande uniforme va guarnito con gli ornamenti di cui al n. 7 del § 5 del Regolamento.
2. - Coccarda. - Č del tipo gią in uso: di forma circolare a piccole pieghettature partenti dal centro; di color verde, bianco, rosso, col verde al centro, del diametro di mm. 80.
3. - Fregi da elmetto. - Sono di metallo argentato o dorato a seconda l'arma o corpo e del tutto simili a quelli usati in Italia, o di tipo speciale per le armi e corpi sottosegnati:
a) fanteria nazionale e indigena - fregio di cornetta e fucili incrociati, sormontati dalla corona;
b) squadroni di cavalleria - fregio dei reggimenti lancieri;
c) squadroni spahis e bande - fregio dei reggimenti cavalleggeri;

d) squadroni meharisti e gruppi sahariani - fregio di granata con fiamma diritta, cornetta e sciabole incrociate;
e) batterie indigene - fregio dell'artiglieria da montagna;

f) compagnie cannonieri - fregio dell'artiglieria da campagna.
Gli ufficiali in forza effettiva ai reparti ed in effettivo servizio presso i reparti stessi, portano nel fregio il numero (argentato o dorato) del rispettivo reparto su tondino color verde per gli ufficiali dei reparti indigeni, di color rosso per gli ufficiali dei reparti nazionali. Gli ufficiali dei Comandi o comunque fuori corpo, nel fregio dell'arma o corpo di provenienza, sostituiscono al numero la croce di Savoia di metallo argentato o dorato su tondino color rosso.
4. - Berretto cachi. - Di foggia simile al berretto grigio verde, č costruito con panno castorino cachi, senza filettatura alcuna. Il soggolo (assicurato al berretto mediante due bottoni metallici piccoli) e la visiera sono di cuoio color marrone scuro.
5. - Berretto bianco. - Di foggia simile al berretto grigio verde ; consta di una parte inferiore di velluto nero e di una parte superiore di panno bianco. I distintivi di grado sono applicati, sopra la parte inferiore di velluto, sulla parte superiore di panno bianco. Non ha filettatura alcuna, li soggolo (assicurato al berretto mediante due bottoni metallici piccoli) e la visiera sono di cuoio nero lucido.
6. - Fregi da berretto. - Simili a quelli in uso in Italia e ai fregi speciali per elmetto di cui al precedente n. 3. Sono ricamati in oro o argento su panno cachi o nero, a seconda che vanno applicati al berretto cachi o bianco; o su panno rosso per gli ufficiali generali e per i comandanti di corpo.
7. - Ornamenti per copricapo. - Il pennacchio di airone bianco per gli ufficiali generali e colonnelli comandanti di corpo - e il pennacchio di penne rosse e bleu per gli ufficiali dei CC. RR. sono dello stesso tipo di quelli usati in Italia.
La treccia di grande uniforme č dello stesso tipo di quella usata per le cordelline, a seconda dei vari gradi, arma o corpo. Č lunga cm. 45-50; finisce ai due capi con due asole mediante le quali viene assicurata agli appositi gangherini esistenti sotto la tesa dell'elmetto.
8. - Giubba. - Aperta sul collo, di foggia uguale per tutte le varie uniformi, anni e corpi. Si compone di un corpo, quattro tasche, un colletto, due maniche.
Il corpo si compone di due parti anteriori e di tre parti posteriori.
La parte anteriore destra porta quattro bottoni metallici, grandi; la parte anteriore sinistra, che si sovrappone alla destra, porta quattro asole. La bottoniera risulta al centro del davanti del corpo della giubba: il primo bottone č situato all'altezza delle mammelle e chiude l'apertura della giubba, l'ultimo č situato un po' sotto la linea naturale della vita. Gli altri due sono collocati a intervalli uguali. Fra il terzo e il quarto bottone, deve essere collocato, nei casi previsti, il cinturone, in modo che si appoggi a quest'ultimo lasciandolo scoperto.
Le due parti anteriori, nella loro parte superiore, si aprono mediante due risvolti che si vanno a congiungere col colletto in modo da lasciare una piccola apertura in corrispondenza del collo. Le due parti anteriori portano inoltre due tasche ciascuna.
Le tre parti posteriori sono di taglio uguale a quello della giubba grigio verde.
Le tasche (due superiori e due inferiori) sono costruite a toppa con cannelli. Le tasche superiori hanno l'apertura un pņ sopra la linea del primo bottone e si protendono fino all'altezza del terzo bottone, le tasche inferiori hanno l'apertura un po' sotto il quarto bottone e si protendono (a seconda della taglia) fino a circa 3-5 centimetri dal limite inferiore della giubba. La larghezza delle tasche superiori deve essere di circa la metą della larghezza delle parti anteriori del corpo della giubba, misurata fra il centro della bottoniera e la cucitura dell'ascella. Le cuciture verso l'interno delle tasche inferiori devono essere sulla stessa linea delle analoghe cuciture delle tasche superiori. Le tasche inferiori hanno una larghezza sensibilmente superiore a quella delle tasche superiori, esse si protendono fino a 3-5 erri, dalla cucitura d'unione fra le parti anteriori e le parti posteriori della giubba. Le tasche sono munite di alette sagomate a punta verso il centro. Sulla punta č verticalmente praticata un'asola in corrispondenza di un bottone piccolo applicato alla parte superiore della tasca.
Il corpo della giubba deve essere sagomato in modo che si adatti al busto segnando la linea della vita e scenda poi con una certa ampiezza e con una lunghezza tale da coprire abbondantemente il cavallo dei pantaloni. Le spalle devono essere naturalmente ampie.
Il colletto č rovesciato. Č costituito da una striscia di stoffa cucita all'incollatura del corpo della giubba. Al centro posteriore, il colletto č aderente al collo; poi man mano che procede verso il davanti se ne distacca fino ad unirsi ai due risvolti delle parti anteriori del corpo della giubba in modo da lasciare una piccola apertura sul davanti del collo. Il colletto č alto circa 4 cm. al centro posteriore del collo, poi si allarga raggiungendo i 6-7 cm. alle punte dei risvolti le quali hanno identiche dimensioni.
Le maniche si compongono ciascuna di due parti (superiore e inferiore) e finiscono con una manopola ciascuna, foggiata a punta in direzione della spalla. Le manopole, a seconda della taglia, sono lunghe da 60 a 90 mm. sui fianchi e da 90 a 135 mm. sulla punta. Le maniche devono essere lunghe fino a coprire la nocella del polso e larghe una volta e mezza la mano.
I distintivi di grado, del tutto simili a quelli usati in Italia, sono portati su controspalline rigide di forma rettangolare larghe cm. 5 e mezzo e lunghe in proporzione della taglia dell'ufficiale ed in modo che non sporgano dalla cucitura della spalla. Sono costruite di:
a) gallone di argento per gli ufficiali generali;
b) panno nero per gli ufficiali del R. Esercito (meno i CC. RR.);
c) panno scarlatto per gli ufficiali dei CC. RR. Le controspalline sono inoltre foderate e filettate come segue:

 

GRADO E ARMA O CORPO FODERA FILETTATURA

Ufficiali generali

Ufficiali di S. M. (1)

Ufficiali dei CC. RR.

Ufficiali di fanteria (batt. cacciatori e ufficiali fuori corpo)

Ufficiali di cavalleria (fuori corpo)

Ufficiali di artiglieria (rep. nazionali, indigeni e fuori corpo)

Ufficiali di reparti indigeni

(battaglioni, squadroni, meharisti, ecc.)

Ufficiali del genio

Ufficiali medici

Ufficiali chimici farmacisti

Ufficiali di commissariato

Ufficiali veterinari

Ufficiali d'amministrazione

panno turchino

   »     turchino

   »     scarlatto

   »     scarlatto

   »     bianco

   »     giallo

panno del colore distintivo del reparto

panno cremisi

   »    amaranto

   »     nero

   »     viola

   »     celeste

   »     azzurro scuro

tessuto argento

tessuto oro

panno azzurro

» scarlatto

» bianco

» giallo

panno del colore distintivo del reparto

panno cremisi

   »     amaranto

   »     amaranto

   »     viola

   »     celeste

   »    azzurro scuro


AI bavero della giubba non va portato distintivo alcuno fatta eccezione per i seguenti:
a) ufficiali di S. M. - alamaro d'oro ricamato su panno turchino;
b) ufficiali dei CC. RR. - alamaro d'argento ricamato su panno scarlatto.
9. - Controspalline e cordelline speciali per la grande uniforme estiva. - Le controspalline per la grande uniforme estiva, rigide anch'esse, hanno la stessa forma e dimensioni di quelle di panno sopra descritte; sono foderate, per tutti i gradi, armi e corpi, in bianco e costruite:
a) in gallone d'argento (simile a quello usato in Italia) con bordatura d'oro per gli ufficiali generali. Il bordo č ricamato a tubetti opachi e lucidi intervallati nella misura di 2 a 3;
b) in gallone d'argento (o d'oro a seconda delle varie armi o corpi) simile a quello usato per gli ufficiali generali, con bordatura d'argento (o d'oro) e di seta bleu. Il bordo č ricamato in tubetti opachi e bleu, intervallando un tubetto bleu ogni 12, tubetti d'argento (o d'oro) per gli ufficiali superiori e un tubetto bleu ogni 4 tubetti d'argento (o d'oro) per gli ufficiali inferiori.
Per tutti il bordo č largo 5 mm. ed č compreso nella larghezza totale della controspallina. Sulla controspallina costruita come dianzi č descritto, vanno ricamate le stellette distintivo di grado.
Sul rovescio e verso la spalla le controspalline portano un passante per l'applicazione delle cordelline.
Le cordelline per gli ufficiali generali di Stato Maggiore e dei CC. RR. sono quelle usate in Italia. Oltre che con la uniforme estiva detti ufficiali le portano anche con la grande uniforme invernale.
Le cordelline per gli altri ufficiali (grande uniforme estiva) sono costituite da due trecce di foggia analoghe a quelle di cui sopra. La treccia pił corta č lunga cm. 45, la pił lunga
cm. 65. Sono costruite in cordoncino di seta bianca (o gialla a seconda delle varie armi o corpi) del diametro di mm. 4 con intramezzati radi fili d'argento (o d'oro) e di seta bleu. La maggiore o minore quantitą della seta bleu distingue gli ufficiali inferiori dai superiori.
10. - Alamari per gli ufficiali di S. M. - D'oro, simili a quelli di prescrizione in Italia per gli ufficiali in servizio di S. M., ricamati su panno color turchino con una bordatura dello stesso panno di mm. 3.
11. - Alamari per gli ufficiali dei CC. RR. - D'argento, simili a quelli di prescrizione in Italia per il giubbone di piccola uniforme della truppa, ricamati su panno color scarlatto con- una bordatura dello stesso panno di mm. 3.
12. - Camicia. - La camicia di tela bianca č del tipo comunemente in uso. Quella inamidata č tenuta chiusa da uno o due bottoncini amovibili d'oro o dorati di diametro fra i due e i quattro millimetri.
La camicia cachi puņ essere di tela o di lana; č munita di due tasche superiori; il colletto puņ far corpo con la camicia; i bottoni devono essere dello stesso: colore della camicia.
Indossata senza giubba, nei casi previsti dal n. 10 § 5 del Regolamento, va completata con due controspalline simili a quelle stabilite per la giubba.
13. - Fascia di lana color cachi. - Č costituita da una fascia di lana color cachi lunga circa 235 cm. e larga circa 40 cm.
14. - Cravatta. - Lunga o corta, di seta nera opaca del tipo simile a quello portato comunemente.
15. - Colletto. - Di tela bianca rovesciato (floscio o inamidato) o diritto con le punte rovesciate (inamidato); di tela o lana cachi rovesciato (floscio): di foggia simile a quello comunemente in uso.
16. - Pantaloni corti. - Sono del tipo prescritto in Italia per l'uniforme grigio verde. Con la uniforme di marcia č inoltre facoltativo l'uso del pantalone tipo alpino.
17. - Pantaloni lunghi. - Di foggia uguale per tutte le uniformi. Non debbono essere eccessivamente lunghi o corti, larghi o stretti. Il fondo, senza risvolto, deve essere tagliato obliquamente in modo da giungere posteriormente fino al tacco della scarpa e, anteriormente, adagiarsi sulla tomaia della scarpa stessa senza far pieghe.
18. - Calze. - Di color marrone chiaro,. bianco o nero a seconda della uniforme con la quale si indossano. La maglia deve essere perfettamente unita, senza alcuna ornamentazione.
19. - Calzatura. - Di color marrone scuro: stivaletto allacciato, scarpetta; gambale, stivalone intero. Di color bianco: scarpetta di tela o pelle. Di color nero: scarpetta di coppale.
Lo stivaletto e la scarpetta sono del tipo comunemente in uso, con puntale, senza perņ cuciture o ornamentazioni appariscenti.
Lo stivalone č del comune tipo intero, senza puntale, rigido o floscio.
20. - Bottoni metallici. — Sono di due tipi : uno piccolo ed uno grande. Il tipo piccolo ha il diametro di 15 mm.; quello grande il diametro di 22 mm. I bottoni sono di metallo bianco argentato o di ottone dorato a superficie liscia o con impresso il fregio dell'arma e corpo con le stesse prescrizioni vigenti in Italia.
Per la fanteria coloniale (nazionale o indigena e senza distinzione di provenienza) e per i reparti meharisti, i bottoni, in metallo bianco, portano impressi, opportunamente ridotti, i propri fregi.

B. - Oggetti facoltativi.
1. - Turbante per ufficiale meharista. Č costituito da una fascia di leggero tessuto di tela di lino o di cotone color bianco da portare avvolta attorno alla testa:
2. - Pantalone per ufficiale meharista. E di tela color nero del tipo simile a quello usato dagli indigeni.
3. - Scarpetta per ufficiale meharista. Dģ pelle color naturale o di tela con suola di cuoio e corda adatta allo speciale servizio.
4. - Scudiscio. Di uno dei tipi comunemente in uso.
5. - Canna da passeggio. Č di giunco senza puntale e senza appariscente e vistosa impugnatura.
6. - Mantellina corta. Č di panno grigio verde o cachi tipo truppa, impermeabile o no, con o senza cappuccio. La sua lunghezza deve essere tale da giungere a 10-20 cm. sopra il ginocchio.

 

§ 2. - ISTRUZIONE SULLA DIVISA DEGLI UFFICIALI R. A. IN SERVIZIO COLONIALE.

Oggetti obbligatori diversi da quelli in uso presso la R. A. in Italia.

1. - Elmetto - Come per gli ufficiali del R. E., con fregi eguali a quelli del berretto grigio azzurro.
2. - Ornamenti per elmetto. - Con la grande uniforme, il cinturino di cuoio dell'elmetto viene sostituito da una trecciola dello stesso tipo di quella usata per le cordelline, a seconda dei vari gradi. Finisce ai due capi con due asole, mediante le quali viene assicurata agli appositi gancetti sotto la tesa dell'elmetto.
3. - Giubba di tela cachi. - Di foggia in tutto eguale alla giubba grigio azzurra, con gli stessi fregi e distintivi e controspalline grigio azzurre.
4. - Camicia cachi. - Puņ essere di tela o di lana, con due tasche superiori con bottoni metallici. Le controspalline doppie di tessuto diagonale grigio azzurro, con i fregi e distintivi di grado ricamati in oro come per le controspalline della divisa bianca.
5. - Colletto per camicia cachi. - Rovesciato, floscio della stessa stoffa e colore della camicia.
6) Cravatta per camicia cachi. - Lunga di seta opaca color cachi.
7 - Pantaloni cachi. - Eguali ai pantaloni grigio-azzurri.
8 - Calzature per la divisa cachi. - Di color marrone scuro della stessa foggia delle calzature nere usate per l'analoga divisa grigio-azzurra.
Oggetti facoltativi.
9. - Pantaloni. - Lunghi, cachi per l'uniforme da campo estiva eguali ai pantaloni' lunghi grigio azzurri. 1
10. - Fascia. - Di lana bleu chiaro, con l'uniforme da ', campo, costituita da una fascia di lana lunga cm. 235. larga I cm. 40.

 

§ 3. — ISTRUZIONE SULLA DIVISA DEGLI UFFICIALI DELLA M. V. S. N.

1. - Elmetto. - Come per il R. Esercito.
2. - Cappello all'alpina. - Di panno cachi con bordatura nera e nastro di seta nera, fascio littorio e distintivi di grado applicati ad angolo sul lato sinistro del cappello analogamente a quelli degli ufficiali della Milizia in Italia.
3. - Fez. - Č uguale a quello della Milizia in Italia.
4. - Fregi di copricapo. - Fascio littorio sormontato da una stelletta sul davanti del copricapo, ricamato in oro e con il numero della legione in metallo dorato. Detto fregio sarą su fondo rosso per gli ufficiali superiori e su fondo nero per gli ufficiali inferiori.
5. - Giubba. - Di panno o tela cachi, o di tela bianca aperta sul petto e con le seguenti caratteristiche:
Fiamme nere, sul bavero, con fascio littorio ricamato in oro e col taglio della scure volto esternamente;
Bottoniera a tre bottoni di metallo dorato con fascio littorio in rilievo;
Quattro tasche esterne come per gli ufficiali del Regio Esercito, con bottoncino di metallo dorato con fascio littorio in rilievo.
Controspalline di panno nero con nel centro un fascio littorio di dimensioni eguali a quelle dei fasci del bavero della giubba, col taglio della scure rivolto indietro, bottoncino di metallo dorato con fascio littorio in rilievo.
Oli ufficiali superiori inoltre avranno un gallonano dorato lungo il bordo.
6. - Camicia. - La camicia č nera con colletto rivoltato del tipo comunemente in uso in Italia.
7. - Cravatta. - La cravatta č nera e si porta a nodo lungo.
8. - Pantaloni corti. - Sono del tipo prescritto per il R. Esercito.
9. - Pantaloni lunghi. - Sono del tipo prescritto per il R. Esercito.
10..- Calze. - Sono del tipo e colore prescritto per il R. Esercito.
11. - Calzatura. - Del tipo prescritto perii R. Esercito.
12. Distintivi di grado sul cappello e sul fez. - Sono in gallone d'oro e applicati sul lato sinistro del copricapo.
13. - Distintivi di f;rado sulla giubba. I distintivi di grado sono in gallone d'oro e applicati nella parte anteriore delle manopole.

14. - Nastrini per decorazioni. - Oli stessi consentiti per il R. Esercito.
15. - Distintivi di promozioni per merito di guerra. - Consiste nel Peguale distintivo prescritto per il R. Esercito, ma di metą dimensioni. Si porta sopra i nastrini delle decorazioni.
16. - Distintivi di ferite e mutuazioni. - Sono quelli prescritti per il R. Esercito e si portano nello stesso modo. Coloro che abbiano riportato ferite in azioni fasciste possono portare il distintivo consistente in un filetto di tessuto rosso, con le stesse modalitą del distintivo per le ferite di guerra.
17. - Distintivo di ardito. - Tutti coloro che ne hanno diritto possono portare il distintivo dei disciolti reparti d'assalto, con le norme vigenti per il R. Esercito.
18. - Distintivi per aiutanti maggiori. Oli aiutanti maggiori porteranno un filetto d'oro nella parte anteriore del bavero della giubba come č prescritto per il R. Esercito.
19. - Distintivi speciali. - Come per il R. Esercito.
20. - Speroni. - Gli ufficiali montati fanno uso di speroni. Sono della stessa foggia di quelli per il R. Esercito.
21. - Segni di lutto. - Come per il R. Esercito.

 

CAPO VI. DIVISA DEI SOTTUFFICIALI.

§ 4. - ISTRUZIONE SULLA DIVISA DEI SOTTUFFICIALI DEL R. E. (compresi i CC. RR.).

A. - Oggetti obbligatori.
1. - Elmetto. - Č di color cachi, del tipo « coloniale » identico all'elmetto bianco prescritto per gli ufficiali.
L'elmetto č munito di soggolo di cuoio naturale, e si completa con la coccarda ed il fregio metallico. Con la grande uniforme va guarnito con gli ornamenti di cui al n. 15 del § 12 del Regolamento e con la grande uniforme estiva va inoltre coperto con la copertina bianca.
2. - Coccarda. - Č di forma circolare a piccole pieghettature partenti dal centro di color verde-bianco-rosso, col verde al centro, del diametro di mm. 80.
3. - Fregi da elmetto. - Sono di metallo argentato o dorato a seconda dell'arma o corpo, e del tutto simili a quelli usati in Italia, ovvero del tipo speciale per i reparti sottosegnati:
a) reparti di fanteria nazionale ed indigena - fregio di cornetta e fucili incrociati, sormontati dalla corona;
6) squadroni di cavalleria - fregio dei reggimenti lancieri;
e) squadroni spahis e bande - fregio dei reggimenti cavalleggeri;
d) squadroni meharisti e gruppi sahariani - fregio dģ granata con fiamma diritta, cornetta e sciabole incrociate;
e) batterie indigene - fregio dell'artiglieria da montagna;
f) compagnie cannonieri - fregio dell'artiglieria da campagna.
I sottufficiali in forza effettiva ai reparti ed in effettivo servizio ai reparti stessi, portano sul fregio il numero (argentato o dorato) del rispettivo reparto: su tondino color verde, per i sottufficiali dei reparti indigeni; di color rosso per i sottufficiali dei reparti nazionali.
I sottufficiali, dei comandi o comunque fuori corpo, nel fregio dell'arma o corpo di provenienza sostituiscono al numero la croce di Savoia di metallo argentato o dorato, su tondino color rosso.
4. - Cappello olla boera. - Del tipo attualmente in uso: di feltro color cachi a tese abbassate, con soprafascia di cuoio cachi e soggolo di. cuoio naturale; con coccarda cappietto e fregio granata analoghi a quelli applicati in Italia pei carabinieri.
5. - Ornamenti da grande uniforme per elmetto e cappello alla boera:
a) treccia da grande uniforme. Č dello stesso tipo di quella usata per le cordelline, a seconda dell'arma e grado. Finisce ai due capi con due asole, mediante le quali viene assicurata agli appositi gangherini esistenti sotto la tesa dell'elmetto;
b) pennacchietto per i sottufficiali dei CC. RR.. Č lo stesso pennacchio prescritto in Italia, di tipo ridotto.
6. - Copertina bianca per elmetto. Č di tela bianca, sagomata in modo da coprire convenientemente l'elmetto fino al margine inferiore della tesa, lasciando scoperti il fregio e la coccarda: sotto la tesa viene fermata mediante elastico applicato intorno alla copertina stessa.
7. - Berretto. E' di color cachi, di foggia simile al berretto grigio-verde, senza filettatura alcuna, e costruito con panno da sottufficiale. Il soggolo (assicurato al berretto mediante due bottoni metallici piccoli), la visiera e l'alluda, sono di color marrone scuro.
I marescialli portano sul berretto il gallone distintivo di grado, in argento o in oro, identico a quello prescritto in Italia. Oli altri sottufficiali non portano alcun distintivo di grado sul berretto.
8. - Fregi da berretto. - Sono simili a quelli da elmetto, di cui al n. 3, ricamati in oro o argentņ, su panno cachi.
9. - Copertina bianca da berretto. - Č di tela bianca, sagomata in modo da coprire convenientemente la parte superiore del berretto fino al gallone distintivo di grado (per i marescialli), e alla fascia inferiore (per gli altri sottufficiali), lasciando scoperto il fregio.
10. - Giubba. - Č costruita con panno cachi (panno da sottufficiale) o con tela cachi o bianca.
La foggia č identica a quella prescritta per gli ufficiali fatta eccezione per le alette delle tasche, che sono diritte anziché sagomate.
Dev'essere piuttosto ampia ed avere una lunghezza tale da coprire abbondantemente il cavallo dei pantaloni.
Sul colletto, agli angoli delle estremitą anteriori; sono applicate le stellette, senza alcun distintivo, fatta eccezione per i sottufficiali CC. RR. i quali, oltre le stellette, portano sul colletto anche gli alamari da giubbone da carabiniere soppannati in scarlatto.
Le controspalline sono rigide e movibili, di forma rettangolare terminanti a punta verso il collo, larghe cm. 5 e mezzo, lunghe in proporzione della taglia e in modo che non sporgano dalla cucitura delle spalle. Nella parte inferiore ciascuna controspallina porta una linguetta che, partendo dalla estremitą verso la cucitura della spalla, attraversa due passanti fissati al corpo della giubba e raggiunge l'altra estremitą a punta; quivi sia nella spallina che nella linguetta č praticato un foro, ed altro foro č praticato, in corrispondenza, nel corpo della giubba, in modo da potervi introdurre il perno a vite di un bottone metallico piccolo che tiene unite le varie parti.
Le controspalline sono costruite con panno cachi o con tela cachi o bianca, a seconda della stoffa della divisa (per i sottufficiali dei CC. RR. con panno o tela scarlatta). Sono inoltre foderate e filettate come segue:
 

GRADO E ARMA O CORPO FODERA FILETTATURA
Sottufficiali dei CC. RR. Panno scarlatto Panno azzurro
Sottufficiali dei reparti di fanteria nazionale »  » »  scarlatto
Sottufficiali dei reparti di fanteria e cavalleria indigena del colore distintivo del reparto
Sottufficiali di artiglieria (nazionale e indigena) Panno giallo Panno giallo
Sottufficiali del genio » cremisi » cremisi
Tutti gli altri » nero » nero


I distintivi di grado sono simili a quelli usati in Italia e si applicano in modo identico, sulle controspalline (per i marescialli) e sulle maniche (per gli altri sottufficiali).
11. - Controspalline da grande uniforme e cordelline:

a) controspalline. Sono rigide, ed hanno la stessa forma e dimensioni di quelle sopra descritte. Sono costruite con panno scarlatto, per i sottufficiali dei CC. RR.; con panno verde bandiera, per i sottufficiali delle altre armi e corpi. Per tutti, sono foderate di panno scarlatto e bordate di seta bianca.
Per I marescialli, i distintivi di grado sono applicati sul centro delle controspalline, trasversalmente.
b) cordelline. Per i sottufficiali dei CC. RR., sono identiche a quelle di prescrizione in Italia.
Per i sottufficiali delle altre armi e corpi, sono costituite da due trecce (accompagnate ciascuna da due cordoncini) delle quali una č lunga cm. 45, l'altra (che passa dietro e sotto il braccio destro) č lunga cm. 65. Sono costruite in cordoncino di cotone perlato bianco o giallo (a seconda dell'arma o corpo) del diametro di mm. 4, filettato longitudinalmente di seta verde: le filettature sono in numero di sei per i marescialli e di tre per i sergenti maggiori.
Le cordelline terminano con un occhiello, e si prolungano in un puntale di metallo argentato o dorato a seconda del colore delle cordelline.
12. - Alamari per sottufficiali dei CC. RR. - Sono analoghi a quelli per giubbone da carabiniere. Devono essere applicati su panno color scarlatto con una bordatura dello stesso panno di mm. 3.
13. - Camicia. - La camicia di tela bianca č del tipo comunemente in uso, non amidata.
La camicia cachi puņ essere di tela o di lana; con essa puņ far corpo il colletto della stessa stoffa e colore.
14. - Colletto. - Il colletto in tela bianca č del tipo comunemente in uso, rovesciato, floscio od amidato.
Il colletto cachi č di tela o di lana, rovesciato, floscio; puņ far corpo con la camicia della stessa stoffa e colore.
15. - Polsini. - Con la camicia bianca, i polsini - dello stesso colore - sono flosci, rovesciati, del tipo comunemente in uso.
Con la camicia di tela o di lana cachi, sono flosci, rovesciati, della stessa stoffa e colore della camicia.
16. - Cravatta - Sia la cravatta nera che quella cachi sono del tipo lungo comunemente in uso.
17. - Bandoliera, cinturone con bretella. - Sono di cuoio naturale, dei tipi usati in Italia.
18. - Pendagli. - Sono di cuoio naturale, sia per la grande uniforme, sia per l'uniforme ordinaria.
19. - Dragona. - La dragona della grande uniforme č identica a quella prescritta in Italia. La dragona da uniforme ordinaria č del tipo prescritto in Italia, di cuoio naturale.

20. - Pistola, fondina. - La pistola č del modello 89, o di altro modello, analogamente a quanto č stabilito per i sottufficiali in Italia.
La fondina č di cuoio naturale.
21. - Pantaloni. - Sono costruiti con panno cachi [panno da sottufficiale] o con tela cachi o bianca.
I pantaloni corti hanno foggia eguale per tutte le uniformi e sono del tipo identico a quello prescritto per gli ufficiali. I pantaloni lunghi hanno anch'essi foggia uguale per tutte le uniformi, e sono del tipo identico a quello prescritto per gli ufficiali: non debbono essere eccessivamente lunghi , o corti, stretti o larghi.
22. - Calze. - Con i pantaloni lunghi (cachi o bianchi) sono di color cachi. Debbono avere la maglia perfettamente unita senza alcuna ornamentazione.
23. - Calzatura - Č di cuoio color naturale. Con i pantaloni corti: stivaletti allacciati o ad elastico e gambali. Con i pantaloni lunghi: stivaletti allacciati o ad elastico, o scarpetta.
Lo stivaletto e la scarpetta sono del tipo comunemente in uso, senza ornamentazioni appariscenti.
Il gambale č del tipo a stecca.
24. - Speroni. - Del tipo usato in Italia con correggiuoli di cuoio naturale.
25. - Stellette. - Sono di metallo bianco argentato, dello stesso tipo e dimensioni delle stellette metalliche da ufficiale, ma a superficie liscia.
26. - Bottoni metallici. - Sono di due tipi: uno piccolo e uno grande.
Il tipo piccolo ha il diametro di min. 15, quello grande di mm. 22.
I bottoni sono di metallo bianco argentato o di ottone dorato a superficie liscia o con impresso il fregio dell'arma o corpo, con le stesse prescrizioni vigenti in Italia. Per i reparti di fanteria (nazionale ed indigena e senza distinzione di provenienza) e per i reparti meharisti, i bottoni in metallo bianco, portano impressi, opportunamente ridotti, i fregi di cui al n. 3.
B. — Oggetti facoltativi.
27. - Polsi amidati. - Del tipo comunemente in uso.
28. .- Scorpena bianca. - Č di tela, del tipo comunemente in uso, senza ornamentazioni appariscenti.
29. - Calze bianche. - Devono avere la maglia perfettamente unita, senza alcuna ornamentazione.
30. - Turbante per meharisti. - Č costituito da una fascia di leggero tessuto di lino o di fotone bianco.
31. - Pantalone per meharisti. - E di tela color nero, del tipo simile a quello usato dagli indigeni.
32. - Fasce gambiere, calzettoni. - Sono di lana color cachi, di tessuto o a maglia: i lacci devono essere dello stesso colore delle fasce.
33. - Scarpetta per meharisti. - Di pelle color naturale o ditela con suola di cuoio e corda, adatta allo speciale servizio.
34. - Scudiscio. - Di uno dei tipi comunemente in uso.
35. - Mantellina corta. - Č di panno cachi, tipo truppa, impermeabile o no, con o senza cappuccio.

 

§ 5. — ISTRUZIONE SULLA DIVISA DEI SOTTUFFICIALI R.A. IN SERVIZIO COLONIALE.

Oggetti obbligatori: diversi da quelli in uso presso la R. A. in Italia.
1. - Elmetto. - Come per i sottufficiali del R. E., con fregi eguali a quelli del berretto grigio azzurro.
2. - Ornamenti per elmetto. - Con la grande uniforme il cinturino di cuoio viene sostituito per i sottufficiali piloti da una trecciola dello stesso tipo di quella usata per le cordelline; per tutti i sottufficiali che, secondo le norme per la divisa del personale della R. A., non portano cordelline, il cinturino di cuoio viene sostituito con una trecciola di lana bleu.
3. - Copertina bianca per elmetto. - Come per i sottufficiali del R. E.
4. - Divisa bianca per sergenti maggiori e sergenti. - In tutto eguale a quella in uso per i marescialli della R. A.
5. - Giubba di tela cachi. - Di foggia eguale a quella grigio azzurra, con gli stessi fregi e distintivi, e controspalline grigio azzurre.
6. - Camicia cachi. — Identica a quella prescritta per gli ufficiali, con i distintivi di grado sulle controspalline per i marescialli, e sul braccio per i sergenti maggiori e sergenti.
7. - Collétto per camicia cachi. - Rovesciato, floscio, della stessa stoffa e colore della camicia.
8. - Cravatta per camicia cachi - Lunga, opaca, di colore cachi.
9. - Pantaloni cachi. - Eguali ai pantaloni grigio-azzurri.
10. - Calzature. - Per l'uniforme da campo estiva, di cuoio color naturale.
Oggetti facoltativi.
lģ. - Pantaloni lunghi. - Per l'uniforme da campo estiva, eguali ai pantaloni lunghi grigio-azzurri.
12. - Fascia di Jana. - Bleu chiaro, per l'uniforme da campo come per gli ufficiali.

 

§ 6. — ISTRUZIONE SULLA DIVISA DEI SOTTUFFICIALI DELLA M.V.S.N.

1. - Elmetto. - Come per il R. Esercito.
2. - Fregi da copricapo. - Fascio littorio di forma analoga a quella degli ufficiali, ma senza stelletta e ricamato in argento con il numero della legione ricamato in bianco.
3. - Cappello all'alpina. - Č quello stabilito per la truppa guarnito perņ con fascia e bordatura di seta cachi, fascio littorio e distintivi di grado.
4. - Fez. - Č eguale a quello della Milizia in Italia.
5. - Giubba. - Di panno, di tela cachi o di tela bianca a seconda della stagione. Sarą di foggia eguale a quella dei sottufficiali del R. Esercito con bottoniera di tre bottoni anziché di 4 e con fiamme nere sul risvolto sormontate da fasci littori in ottone. Le controspalline in ogni caso devono essere del colore della divisa. I bottoni devono essere di metallo bianco con fascette littorio in rilievo.
6. - Camicia. - La camicia č nera con colletto rivoltato, del tipo comunemente in uso in Italia.
7. - Cravatta. - La cravatta č nera e si porta a nodo lungo.
8. - Pantaloni corti. - Sono del tipo prescritto in Italia, ma senza bande laterali.
9. - Pantaloni lunghi. - Sono del tipo prescritto per il R. Esercito.
10 - Calze - Sono del tipo e colore prescritto per il R. Esercito.
11. - Mantellina - La mantellina deve 'essere di panno color cachi; sul bavero deve avere le fiamme nere, il fascio littorio e i distintivi di grado.
12. - Distintivi di grado sulla giubba. - Sono costituiti: per gli aiutanti, da galloncini eguali a quelli prescritti per i marescialli di fanteria del R. E., e per gli altri sottufficiali da gallonano eguale a quello prescritto per i capi-squadra della M.V.S.N. in Italia; vengono applicati rispettivamente sulle controspalline e nella parte anteriore delle manopole.
13. - Distintivi di grado sul cappello e sul fez. - Sono costituiti: per gli aiutanti, da un gallone eguale a quello prescritto per i marescialli di fanteria del R. E., e per gli altri sottufficiali da un galloncino eguale a quello prescritto per i capi-squadra della M.V.S.N. in Italia; vengono applicati sul lato sinistro del copricapo.
14. - Nastrini per decorazioni. - Gli stessi consentiti per il R. Esercito.
15. - Distintivi di promozioni per merito di guerra. - Consiste nell'eguale distintivo concesso per il R. Esercito ma di metą dimensioni. Si porta sopra i nastrini delle decorazioni.
16. - Distintivi di ferite e mutuazioni. - Sono quelli prescritti per il R. Esercito e si portano nello stesso modo. Coloro che abbiano riportato ferite in azioni fasciste possono portare il distintivo, consistente in un filetto di tessuto rosso, con le stesse modalitą del distintivo per le ferite di guerra.
17. - Distintivo di ardito. - Tutti coloro che ne hanno il diritto possono portare il distintivo dei disciolti reparti d'assalto, con le norme vigenti per il R. Esercito.
18. - Distintivi speciali. - Sulla manica sinistra della giubba, sopra il gomito, saranno portati i distintivi speciali di mitragliere, bombardiere, ciclista, etc., in uso nel Regio Esercito.
19. - Segni di lutto. - Come per il R. Esercito.

 

CAPO VII. DIVISA MILITARI DI TRUPPA NAZIONALI

§ 7. — ISTRUZIONE SULLA DIVISA DEI MILITARI DI TRUPPA NAZIONALI (compresi i CC. RR).

1. - Elmetto. - Di color cachi, del tipo «Aden»; č munito di soggolo di cuoio naturale, e si completa con la coccarda ed il fregio metallico.
Con la grande uniforme estiva va coperto con la copertina bianca identica a quella stabilita per i sottufficiali dei RR. Corpi.
2. - Coccarda. - Č di forma circolare a piccole pieghettature partenti dal centro, di color verde, bianco, rosso col verde al centro, del diametro di mm. 80.
3. - Fregi da elmetto. - Sono di metallo argentato o dorato come per i sottufficiali dei Regi Corpi.
I militari di truppa portano sul fregio il numero, argentato o dorato, del rispettivo reparto su tondino rosso.
4. - Cappello alla boera. - Del tipo prescritto per i brigadieri e vice brigadieri dei CC. RR. dei Regi Corpi.
5 - Pennacchielto. - Per i militari di truppa dei CC. RR. Č lo stesso pennacchio prescritto in Italia, di tipo ridotto.
6. - Berretto. - Č di panno color cachi, di foggia simile al berretto grigio-verde prescritto per la truppa in Italia.
Il soggolo, assicurato al berretto mediante due bottoni metallici piccoli, la visiera e l'alluda, sono di color cachi.
7. - Fregi da berretto. - Sono identici a quelli da elmetto di cui al precedente n. 3.
8. - Berretto a busta. - Č costruito con tela cachi, del tipo uguale a quello usato dalla R. Aeronautica, sprovvisto di soggolo, di fregio e coccarda, con le alette cucite.
9. - Giubba. - Č costruita con panno o tela cachi.
Ha foggia analoga a quella prescritta per i sottufficiali dei Regi Corpi, con i seguenti particolari:
- Il corpo posteriore della giubba č composto di due parti riunite tra loro con una cucitura al centro.
- I risvolti del colletto e del corpo anteriore della giubba sono uniti ad angolo alquanto aperto, avendo perņ le punte di identiche dimensioni
- Sul colletto, agli angoli delle estremitą anteriori, sono applicate, oltre alle stellette, le mostrine, ovvero (per i militari di truppa dei CC. RR.) gli alamari.
- Le controspalline sono costruite con lo stesso tessuto della giubba, e cucite sulle spalle all'attaccatura delle maniche: portano due fori per l'applicazione dei fregi da grande uniforme, ed all'estremitą libera un'asola, in corrispondenza della quale č applicato sul corpo della giubba un bottone metallico piccolo.
Per i militari di truppa dei CC. RR., le controspalline sono di panno scarlatto o di tela scarlatta a seconda della stoffa della divisa, e per la giubba di panno sono movibili (come per i sottufficiali) anziché cucite sulla spalla.
La giubba dell'uniforme di marcia č simile a quella sopradescritta, ma con i bottoni di frutto color cachi.
10. - Distintivi di grado. - Sono simili a quelli usati in Italia, ed applicati nella stessa guisa.
Sul camiciotto di tela olonetta, il gallone del distintivo viene applicato, ad asterisco, sulla parte superiore esterna della manica.
11. - Mostrine. - Sono simili a quelle usate in Italia e vengono applicate sugli angoli del bavero della giubba.
I militari dei reparti cacciatori e del reparto deposito portano la mostrina in panno nero filettata di rosso.
Sul camiciotto di tela olonetta non vengono applicate mostrine.
12. - Alamari per militari di truppa dei CC. RR. - Sono .analoghi a quelli per giubbone da carabiniere. Devono essere applicati su panno color scarlatto, con una bordatura dello stesso panno di mm. 3.
13. - Fregi per controspalline da grande uniforme. - Sono di metallo argentato o dorato a seconda dell'arma o corpo, identici a quelli da elmetto, di cui al precedente n. 3.
14. - Cordelline. - Per i militari di truppa dei CC. RR. sono identiche a quelle usate in Italia.
Per gli altri militari di truppa, sono di lana bianca o gialla a seconda dell'arma o corpo, e costituite da: tre cordoni, una trecciola, due fiocchi. I cordoni hanno il diametro di cm. 1. e lunghezza: il primo di cm. 50, il secondo di cm. 39, il terzo di cm. 74. Ogni fiocco ha la lunghezza di cm. 5 ed č applicato ad un cordoncino lungo cm. 9 che viene attaccato all'estremitą della trecciuola, fissata al di sopra della tasca superiore destra della giubba. La trecciuola, della lunghezza di cm. 44, risulta intrecciata con tre cordoni.
15. - Camicia. - La camicia di tela č di color cachi, munita di due tasche superiori; ha il colletto rovesciato che ia corpo con la camicia stessa.
La camicia a maglia di lana č di color cachi, munita di due tasche superiori interne: abbottonata sul petto mediante tre bottoni di frutto color cachi; ha il colletto rovesciato che fa corpo con la camicia stessa, con i lembi fermati mediante due bottoni di frutto color cachi. Č abbondantemente lunga in modo da essere ripiegata sull'addome.
16. - Cravatta. - Č del tipo comunemente in uso, di « satin » cachi.
17. - Bandoliera - cinturino - fondina per pistola. - Sono di cuoio naturale.
18. - Fascia cartucciera. - Č costruita con pelle color naturale. Consta di una fascia interna e di una soprafascia, collegate e cucite alla base con un bordo della stessa pelle. La soprafascia porta cucito superiormente un listino di rinforzo della stessa pelle; inoltre č unita alla fascia interna mediante cuciture trasversali, in modo da costituire una serie di 10 alloggiamenti, capaci di contenere ciascuno un caricatore di cartucce. La fascia interna sporge superiormente formando cinque lembi sagomati, con bordo di rinforzo, che ripiegandosi in avanti coprono ciascuno due alloggiamenti: i lembi sono assicurati mediante orecchiette fornite di asola che si attaccano ai bottoni a nodo costruiti con correggiole di pelle ed applicati sulla base della cartucciera. Alle estremitą laterali, rinforzate da guance di cuoio color naturale, la cartucciera porta due cinghie, pure di cuoio con tibia. Oli spallacci anch'essi di cuoio color naturale, sono applicati internamente alla cartucciera.
19. - Pantaloni corti. - Sono costruiti con panno o tela cachi, di foggia simili a quelli usati in Italia per armi a piedi e per armi a cavallo. Oltre alle due tasche laterali, sono muniti di due tasche posteriori.
20. - Pantaloncini. - Sono costruiti con tela cachi e composti di due gambali che giungono fino a coprire il ginocchio, a taglio ampio per tutta la lunghezza della coscia. La parte inferiore dei gambali porta un risvolto normalmente ripiegato internamente, che puņ venir rovesciato per essere stretto aderente al disotto del ginocchio e ricoperto dalla parte superiore del calzettone.
Sono muniti di quattro tasche come i pantaloni corti.
21. - Calze. - Sono di cotone bianco.
22. - Fasce gambiere. - Sono di panno cachi, orlate dello stesso colore ed hanno lunghezza sufficiente per essere applicate a spina.
23. - Calzettoni. - Sono di lana cachi, ed hanno lunghezza sufficiente per poter ricoprire la gamba fino al ginocchio.
24. - Gambali. - Sono di cuoio naturale, dei tipi usati in Italia, con cinghiette per le armi a cavallo, con stecca per le armi a piedi o montate su automezzi.
25. - Scarpe. - Sono di cuoio naturale, del tipo stivaletto a gambaletto usato in Italia, con leggera chiodatura applicata soltanto sull'orlo delle suole e dei tacchi.
26. - Mutande. - Sono di tela, tagliate al di sopra del ginocchio in modo da non oltrepassare la lunghezza dei pantaloncini della uniforme di marcia.
27. - Camiciotto di tela olonetta. - Si compone di un corpo, un colletto, due maniche.
Il corpo č costituito da due parti, una anteriore ed una posteriore, cucite lateralmente dietro le linee dei fianchi: la parte anteriore č tagliata sul petto ed abbottonata mediante due bottoni di frutto cachi; porta superiormente due tasche esterne.
Il colletto, rovesciato, fa corpo col camiciotto; la parte interna sinistra si allunga, davanti al collo, in una linguetta che porta all'estremitą un'asola, e va a fermarsi nella parte interna destra mediante un bottone di frutto color cachi.
28. - Pantalone lungo di tela olonetta. - Č costituito da due gambali lunghi fino al collo del piede, senza tasche.
E chiuso sul davanti mediante due bottoni esterni superiori, ed un bottone interno inferiore di frutto color cachi.
Sulla cintura sono cucite, dietro i fianchi, due strisce della stessa stoffa, che si uniscono sul davanti mediante una fibbia scorrevole, e servono a stringere il pantalone.
29. - Speroni. - Del tipo usato in Italia, con correggiuoli di cuoio naturale.
30. - Stellette. - Del tipo usato in Italia.
31. - Bottoni metallici. - Dei tipi usati in Italia.
32. - Mantellina. - Del tipo usato in Italia, di panno color cachi.
33. - Pastrano. - Del tipo usato in Italia, di panno color cachi.
Per i militari di truppa dei CC. RR. č di foggia sarda con cappuccio foderato di panno scarlatto.

 

§ 8. - ISTRUZIONE SULLA DIVISA DEGLI AVIERI IN SERVIZIO COLONIALE.

Indumenti obbligatori diversi da quelli in uso presso la R. A. in Italia.
1. - Elmetto. - Come per i militari del R. Esercito, con il fregio della R. A.
2. - Giubba di tela cachi. - Analoga a quella prescritta pei sottufficiali ; senza cinturino, con martingala; controspalline grigio-azzurre floscie, cucite all'attacco della manica Le controspalline portano due fori per l'applicazione dei fregi della grande uniforme.
3. - Camicia cachi. - Come per i sottufficiali, senza controspalline, e con bottoni di frutto color cachi.
4. - Cravatta. - Lunga «satin» cachi opaca.
5. - Pantaloni cachi. - Lunghi, senza risvolto, eguali ai pantaloni lunghi grigio-azzurro per sottufficiali.
6. - Calzature. - Con la grande uniforme e l'uniforme ordinaria, la calzatura nera tipo R. A. Con l'uniforme da campo, sandali di cuoio color naturale.
7. - Calze. - Nere.

 

§ 9. - ISTRUZIONE SULLA DIVISA DEI MILITARI DI TRUPPA DELLA M.V.S.N.

1. - Elmetto. - Come per il R. Esercito.
2. - Fregi da copricapo. - Fascio littorio in ottone con il numero della legione in nero.
3. - Cappello all'alpina. - Di panno cachi senza bordatura con cinghietta di cuoio naturale in luogo del nastro, fascio littorio e distintivi di grado per i graduati di truppa, applicati come per i sottufficiali.
4. - Fez. - Č uguale a quello della Milizia in Italia.
5. - Giubba - Di panno cachi di foggia analoga a quella dei militari di truppa del R. Esercito.
6. - Camiciotto di tela. - Č aperto sul petto con fiamme nere sul bavero sormontate da fascettģ in metallo, con scuri rivolte all'infuori. Due tasche laterali sul petto, chiuse da due bottoni di osso color cachi, bottoniera composta di 4 bottoni di osso scoperti.
7. - Camicia. - La camicia č nera con colletto rivoltato del tipo comunemente in uso in Italia.
8. - Cravatta. - La cravatta č nera e si porta a nodo lungo.
9. - Fascia. - Di lana nera uguale a quella attualmente in uso.
10. - Pantaloni corti. — Sono del tipo prescritto in Italia ma senza bande laterali.
11. - Mantellina. - La mantellina deve essere di panno color cachi con sul bavero le fiamme nere, il fascio littorio e i distintivi di grado per i graduati.
12. - Distintivi di grado sulla giubba. - Sono di galloncino rosso alto mm. 5, applicato nella parte anteriore delle manopole.
13. - Distintivi di grado sul cappello o fez. - Sono di gallonano rosso alto mm. 5, applicato sul lato sinistro del copricapo.
14. - Nastrini per decorazioni. - Gli stessi consentiti per il R. Esercito.
15. - Distintivi di grado per merito di guerra. - Consiste nell'uguale distintivo prescritto per il R. Esercito ma di metą dimensioni. Si porta sopra i nastrini delle decorazioni.
16.- Distintivi di ferite e mutilazioni. - Sono quelli prescritti per il R. Esercito e si portano nello stesso modo Coloro che abbiano riportato ferite in azioni fasciste possono portare il distintivo, consistente in un filetto di tessuto rosso con le stesse modalitą del distintivo per le ferite di guerra.
17. - Distintivo di ardito. - Tutti coloro che ne hanno i! diritto possono portare il distintivo dei disciolti reparti d'assalto con le norme vigenti per il R. Esercito.
18. - Distintivi speciali. - Sulla manica sinistra della giubba, sopra il gomito, saranno portati i distintivi speciali di mitragliere, trombettiere, ciclista ecc. in uso nel R. Esercito.
19. - Segni di lutto. - Come per il R. Esercito.

 

CAPO VIII. DIVISA MILITARI DI TRUPPA INDIGENI.

§ 12. - ERITREA.

1. - Bandoliera e giberne. - Del tipo regolamentare nel R. Esercito, di cuoio naturale.
2. - Tarbusc. - Ha forma conica, altezza dai 16 ai 18 centimetri, diametro superiore cm. 13
Č di feltro rosso, munito di sottonuca, e di fiocco di lana o fiocchetto di seta lungo 15 cm., il cui colore varia secondo l'arma o corpo (vedi n. 20).
Il tarbusc per la cavalleria non č munito di fiocco o fiocchetto.
3. - Copertina per tarbusc. - Č di tela cachi, sagomata in modo da coprire il tarbusc fino all'orlo inferiore.
4. - Fregi e distintivi speciali per tarbusc. -
Zaptič- : coccarda tricolore, fregio granata con fiamma. Cavalleria- : fascia di seta scozzese, fregio dei reggimenti lancieri, e penna nera di aquila;
Genio: fregio degli zappatori del genio; Treno: nastro giallo della lunghezza di 1 cm.; Sanitą: fregio delle compagnie di sanitą; Automobilisti: fregio degli automobilisti. I fregi sono metallici.
5. - Distintivi di grado. - Sul tarbusc sono costituiti da stellette metalliche, identiche a quelle prescritte per la truppa nazionale.
Sulle maniche, sono costituiti da galloni di tessuto di lana rossa, fatti ad angolo, uno sotto l'altro, con la punta rivolta verso la spalla, soppannati di panno nero a triangolo
Lo sciumbasci porta sul tarbusc tre stellette disposte a triangolo equilatero, con la base parallela all'orlo inferiore del tarbusc; e sulla manica tre galloni.
Il bulucbasci: 8 stellette in linea orizzontale, e due galloni.
Il muntaz: una stelletta ed un gallone.
6. - Distintivi di tiratore e di puntatore scelto. - Consistono rispettivamente in un fucile ricamato in argento e in un cannoncino in oro, su panno nero.
7. - Turbante. (Per la compagnia costiera). - Consiste in una striscia di tela bianca, lunga circa 5 metri, larga 70 centimetri.
8. - Camicia. - Di tela bianca, lunga fino al ginocchio.
9. - Cravatta - Di tela bianca o cachi, del tipo regolamentare del R. Esercito.
10. - Giubbetto. - Č di lana bianca (per l'uniforme di marcia degli zaptič e della cavalleria č di tela cachi), ad un solo petto, con due tasche laterali esterne, bottoniera scoperta (quattro bottoni di osso di metallo bianco per gli zaptič): il busto inferiore deve arrivare alla cintura. Il bavero č diritto e chiuso da un gangherino. Le maniche terminano con una manopola a punta.
I soli zaptič portano sul bavero gli alamari di lana bianca soppannati di panno scarlatto.
11. - Cordelline. - Sono di tessuto bianco, rivestito di lana del colore o dei colori della fascia distintivo (di colore rosso e bianco per gli zaptič graduati). Sono costituite di una trecciuola, e due cordoncini muniti ciascuno di un puntale in metallo bianco. La trecciuola ha due capi, di cui uno (che passa sotto il braccio) č lungo cm. 78 l'altro cm 52: i due capi terminano in un occhiello. I cordoncini hanno il diametro di 1 cm., ed assieme ai puntali sono lunghi cm. 25.
12. - Giubba. - Č di tela cachi: ad un solo petto, con bottoniera scoperta (cinque bottoni di frutto), e controspalline della stessa stoffa cucite alla spalla ed assicurate mediante un bottone di frutto color cachi verso il collo; lunga fino a coprire il cavallo dei pantaloni. Il bavero č diritto, chiuso da un gangherino. Ha quattro tasche a taglio orizzontale con cannello, chiuse da un'aletta con bottone di frutto. Le maniche terminano con una manopola dritta. 1 soli zaptič portano sul bavero gli alamari di lana bianca, soppannati di panno scarlatto. Oli zaptič usano bottoni di metallo bianco.
13. - Distintivi di anzianitą. - Sono i seguenti:

 

1 stelletta di panno rosso per chi ha servito 2 anni
2 stellette id.      id. id.      id. 6 anni
3 stellette id.      id. id.      id. 10 anni
1 stelletta di tessuto d'argento id.      id. 12 anni
2 stellette id.      id. id.      id. 14 anni
3 stellette id.      id. id.      id. 15 anni
1 stelletta di tessuto d'oro id.      id. 20 anni
2 stellette id.      id. id.      id. 24 anni
3 stellette ed oltre id.      id. id.      id. 28 anni


Le punte di ciascuna stella sono lunghe un cm. e mezzo dal centro.
14. - Distintivo di promozione per merito di guerra. - Consiste in una corona reale ricamata in oro, delle stesse dimensioni di quella stabilita per la truppa nazionale.
15. - Distintivi da musicante, trombettiere, tamburino, operaio, sellaio, maniscalco. - Identici a quelli prescritti per la truppa nazionale, ricamati in filo rosso su panno nero.
16. - Distintivi di mitragliere e mitragliere scelto. - Identici a quelli prescritti per la truppa nazionale, ricamati rispettivamente in filo rosso e argento, su panno nero.
17. - Bracciale internazionale. - Identico a quello prescritto per la truppa nazionale.
18. - Pantaloncini corti. - Sono di tela cachi, identici ai pantaloni corti prescritti per la truppa nazionale.
Per i militari indigeni della compagnia costiera sono a-perti in fondo e corti al di sopra del ginocchio, identici ai pantaloncini prescritti per la truppa nazionale, senza risvolti.
19. - Pantaloncini. - Sono di tela bianca: stretti alla caviglia per gli zaptič e per l'artiglieria; stretti subito dopo il ginocchio per gli altri.
20. - Fascia distintivo. - Č di lana di vario colore, lunga m. 2,30 larga cm. 40, sfrangiata alle estremitą.
I colori della fascia distintivo e del fiocco o fiocchetto del tarbusc, sono i seguenti:
Zaptič: fascia rossa e fiocchetto turchino;

 

1° battaglione fascia e fiocco rosso
2° battaglione fascia e fiocco azzurro
battaglione fascia e fiocco cremisi
battaglione fascia e fiocco nero
battaglione fascia e fiocco scozzese
battaglione fascia e fiocco verde
battaglione fascia e fiocco rosso e nero
battaglione fascia e fiocco rosso e azzurro
9° battaglione fascia e fiocco rosso e bianco
10° battaglione fascia e fiocco azzurro e bianco
11° battaglione fascia e fiocco turchino e nero
12° battaglione fascia e fiocco verde e nero
Compagnia costiera fascia e fiocco bianco e nero
Deposito reclutamento Libia e Somalia fascia e fiocco rosso e verde
Cavalleria fascia e fiocco rosso
Batterie indigene fascia gialla fiocchetto nero
Cannonieri fascia e fiocco giallo
Genio fascia cremisi fiocchetto nero
Sanitą fascia e fiocco bianco
Sussistenza fascia azzurra fiocchetto nero
Treno fascia gialla fiocco rosso e giallo


21. - Fasce gambiere. - Di panno cachi, del tipo prescritto per la truppa nazionale.
22. - Gambali. - Di cuoio naturale, del tipo prescritto per la truppa nazionale.
23. - Sandali. - Di cuoio naturale, del tipo indigeno.
24. - Soprabiti. - Mantellina e pastrano di panno grigioverde, del tipo prescritto per la truppa nazionale, senza stellette.

 

§ 14. - SOMALIA.

1. - Bandoliere e giberne. - Del tipo regolamentare nel R. Esercito, di cuoio naturale.
2. - Tarbusc. - Ha forma conica, altezza dai sedici a diciotto centimetri, diametro superiore cm. 13. Č di feltro rosso, munito di fiocco di lana lungo cm. 15 il cui colore varia secondo l'arma o corpo (V. n. 18).
3. - Turbante (per la grande uniforme degli zaptič a cavallo). - Consiste in una striscia di tela bianca, lunga circa 5 m., larga circa 70 cm.
4. - Fregi e distintivi speciali per tarbusc. - Zaptič a piedi: fregio granata con fiamma, metallico; numero di matricola in ottone, con coccarda per la grande uniforme. Zaptič a cavallo: due sciabole incrociate, in metallo bianco, sormontate dal fregio granata con fiamma, con coccarda per la grande uniforme.
Automobilisti : fregio metallico degli automobilisti. Batterie cammellate: numero progressivo del reparto, in ottone.
Compagnia cannonieri: lettere CC, in ottone.
5. - Fregi e distintivi speciali per turbante (per la grande uniforme degli zaptič a cavallo). - Fregio granata con fiamma per gli zaptič semplici; penne di struzzo bianche e nere per i muntaz e i bulucbasci; penne di struzzo bianche per gli sciumbasd.
6. - Distintivi di grado. - Sul tarbusc sono costituiti da stellette metalliche, identiche a quelle prescritte per la truppa nazionale.
Sulle maniche sono costituiti da galloni di tessuto di lana rossa fatti ad angolo, uno sotto l'altro, con la punta rivolta verso la spalla, soppannati di panno nero a triangolo.
Lo sciumbasci porta sul tarbusc 3 stellette disposte n triangolo equilatero, con la base parallela all'orlo inferiore del tarbusc, e sulle maniche tre galloni.
Il bulucbasci: due stellette in linea orizzontale e due galloni.
Il muntaz: una stelletta ed un gallone.
7. - Distintivi di tiratore e di puntatore scelto. - Consistono rispettivamente in un fucile ricamato in argento, e un cannoncino ricamato in oro su panno nero.
8. - Camiciotto, - Č di tela bianca o cachi. Il camiciotto di tela bianca ha sul davanti la bottoniera scoperta (due bottoni), il colletto rovesciato e fermato da un bottone: due tasche superiori esterne con cannello ed alette sagomate a punta fermate da un bottone; controspalline della stessa stoffa cucite alla spalla e fermate da un bottone verso il collo; maniche lunghe con polsini abbottonati ; i bottoni sono di osso.
Il camiciotto di tela cachi ha la stessa foggia di quello bianco, con un solo bottone sul petto; i bottoni sono di cuoio.
Il camiciotto bianco per gli zaptič a piedi ha le seguenti differenze: senza tasche, bottoniera coperta, bavero di tela rossa, diritto, chiuso da un gangherino; per gli zaptič a cavallo ha le seguenti differenze: bavero di tela rossa, diritto, bottoniera coperta ed esternamente una finta bottoniera di stoffa rossa costituita da quattro bottoni sul petto e due sul bavero.
Il camiciotto cachi per gli zaptič a piedi porta sul bavero gli alamari di tela rossa (fatta eccezione per gli allievi zaptič); per gli zaptič a cavallo ha il bavero di tela rossa, diritto, la bottoniera coperta, ed esternamente una finta bottoniera di stoffa rossa costituita da quattro bottoni sul petto e due sul bavero.
9. - Giubbetto (per la grande uniforme degli zaptič a cavallo). - Č di seta bianca, ad un solo petto: bottoniera scoperta (quattro bottoni di metallo bianco), bordatura di galloni in rosso.
10. - Distintivi di anzianitą. - Sono i seguenti:

 

1 stelletta di panno rosso per chi ha servito 2 anni
2 stellette id.      id. id.      id. 6 anni
3 stellette id.      id. id.      id. 10 anni
1 stelletta di tessuto d'argento id.      id. 12 anni
2 stellette id.      id. id.      id. 14 anni
3 stellette id.      id. id.      id. 15 anni
1 stelletta di tessuto d'oro id.      id. 20 anni
2 stellette id.      id. id.      id. 24 anni
3 stellette ed oltre id.      id. id.      id. 28 anni


Le punte di ciascuna stella sono lunghe 1 cm. e mezzo dal centro.
11. - Distintivo di promozione per merito di guerra. - Consiste in una corona Reale ricamata in oro delle stesse dimensioni di quella stabilita per la truppa nazionale.
12. - Distintivi di trombettiere, tamburino, zappatore. - Identici a quelli prescritti per la truppa nazionale, ricamati in filo rosso per gli ascari, in filo di argento su panno nero per i graduati.
13. - Distintivi di mitragliere e di autoblindomitragliere. - Identici a quelli prescritti per la truppa nazionale, ricamati in filo rosso per gli ascari, in filo di argento su panno nero per i graduati.
14. - Bracciale internazionale. - Identico a quello prescritto per la truppa nazionale.
15. - Cordelline. - Sono di lana del colore e dei colori della fascia distintivo (di colore rosso per gli zaptič allievi e zaptič semplici a piedi, rosso e bianco per gli zaptič graduati a piedi), e costituite da una treccinola, e due cordoncini muniti ciascuno di un puntale in metallo bianco. La trecciuola ha due capi, di cui uno (che passa sotto il braccio) č lungo cm. 73, l'altro cm. 52; i due capi terminano in un occhiello. I cordoncini hanno il diametro di 1 cm., ed assieme ai puntali sono lunghi cm. 25.
16. - Pantaloncini corti. - Sono di tela bianca o cachi, com-posti di due gambali che giungono fino a 6 ginocchio, a taglio ampio.
17. - Pantaloni corti - Sono di tela bianca o cachi.
Per gli sciumbasci degli zaptič a piedi: di tela bianca o cachi, del tipo prescritto nel R. E. per le armi a cavallo.
Per gli altri graduati e zaptič semplici a piedi: di tela bianca, di foggia zuava.
Per tutti gli zaptič a cavallo: di tela bianca, prescritto nel R. E. per le armi a cavallo; di tela del tipo come sopra con doppia pistagna rossa della larghezza di 10 mm.
18. - Fascia distintivo. - E' di lana di vario colore,? lunga metri due e trenta, larga cm. 40, sfrangiata alle estremitą.
I colori della fascia distintivo e del fiocco del tarbusc, sono i seguenti:

 

Comando R. Corpo fascia e fiocco bianco e nero
1° batt. Benadir fascia e fiocco cremisi
2° batt. Benadir fascia e fiocco verde
3° batt. Benadir fascia e fiocco scozzese
4° batt. Benadir fascia e fiocco rosso
8° batt. Benadir fascia e fiocco azzurro
6° batt. Benadir fascia e fiocco rosso e azzurro
Squadriglia autoblindo fascia e fiocco bianco e azzurro
Artiglieria fascia e fiocco giallo
Deposito fascia e fiocco giallo e rosso
Zaptič fascia rossa fiocco azzurro
Zaptič a cavallo (solo con la grande uniforme) fascia rossa


19. - Fasce gambiere. - Di panno grigio verde, del tipo prescritto per la truppa nazionale.
Per i soli zaptič a cavallo, di panno cachi con l'uniforme di marcia, di tela bianca con le altre uniformi.
20 - Sandati. - Di cuoio naturale, del tipo indigeno.
21. - Mantellina. - Di panno grigio verde, del tipo prescritto per la truppa nazionale, senza stellette.

 

§ 15. - TRIPOLITANIA.

1. - Bandoliera e cartucciera. — Del tipo prescritto per la truppa nazionale.
2. - Copricapo. - Tachia: č una calotta di feltro rosso granato, del tipo comunemente usato dagli indigeni, munito di fiocco di seta bleu lungo circa 25 cm. La tachia per i sahariani (cabus beda) č di tela bianca, terminante al centro della calotta con un fiocchetto di cotone (lungo cm. 5) dello stesso colore.
Sottotachia (marga): č una calotta di tela di cotone bianco, del tipo cotminerrfente usato dagli indigeni.
Turbante - per i sahariani (smala): consiste in una striscia di (pia bianca, lunga circa 5 m., larga circa 70 cm.:
3. - Fregi per tachia. - Sono metallici, di tipo analogo a quelli di prescrizione nel R. Esercito, nelle varie armi e corpi, e precisamente:
- zaptič: fregio dei carabinieri, con coccarda per la grande uniforme;
- savari  fregio dei palafrenieri;
- batterie: fregio dei reggimenti da montagna con al centro il numero della batteria;
- cannonieri: fregio dei reggimenti da campagna con al centro il numero della compagnia;
- treno: fregio delle compagnie treno;
- sanitą: fregio delle compagnie di sanitą.
4. - Distintivi di grado. - Sul tarbusc sono costituiti da stellette metalliche, identiche a quelle prescritte per la truppa nazionale.
Sulle maniche sono costituiti da galloni di tessuto di lana rossa fatti ad angolo, uno sotto l'altro, con la punta rivolta verso la spalla, soppannati di panno nero a triangolo.
Lo sciumbasci porta sul tarbusc tre stellette disposte a triangolo equilatero, con la base parallela all'orlo inferiore dal tarbusc, e sulle maniche tre galloni.
Il bulucbasci: due stellette in linea orizzontale, e due galloni.
Il muntaz: una stelletta, ed un gallone.
Il uachil: sulle maniche una stella di panno rosso a cinque punte, con le punte di mm. 25 dal centro, soppannnate di panno turchino a triangolo di foggia e dimensioni analoghe a quello stabilito per gli altri distintivi di grado.
5. - Distintivi di tiratore e di puntatore scelto. - Consistono rispettivamente in un fucile ricamato in argento, e in cannoncino ricamato in oro su panno nero.
6. - Giubbetto. - Č di fustagno bianco (o millerighe) ad un solo petto, con due tasche laterali inferiori e bottoniera scoperta (tre bottoni di osso di metallo per gli zaptič); busto inferiore deve arrivare alla cintura, li bavero č diritto e chiuso da un gangherino. Le maniche terminano con una manopola a punta.
7. - Formula. - Č di panno di vario colore, con fregio e cordoncino di lana di mm. 1, alle bordure anteriori, e filettature dello stesso cordoncino ai bordi superiori ed alle cuciture. Č chiusa anteriormente da due alamari costruiti con cordoncino di lana dello stesso colore di quello usato! per i fregi e spesso mm. 8, fissati al lembo sinistro mediante due bottoni metallici cuciti con l'alamaro alla farmula: nel lembo destro, simmetrici a quelli di sinistra, altri bottoni nell'interno dei due lembi. Ha due tasche.
Il colore del panno e del cordoncino, e la foggia dei bottoni sono i seguenti:

REPARTO O ARMA

COLORE

DEL PANNO

COLORE DEL

CORDONCINO

BOTTONI

Annotazioni

Zaptič scarlatto bianco

quelli da CC. RR.

Sulla parte posteriore della formula una striscia orizzontale larga cm. 8 dei colori della fascia, a striscie trasversali di cui tre alternate
1° Battagl. Libico nero bianco
2° Battagl. Libico azzurro rosso
3° Battagl. Libico rosso nero
4° Battagl. Libico cremisi nero
5° Battagl. Libico giallo limone scozzese
6° Battagl. Libico nero cremisi

quelli di prescrizione per l'arma di fanteria del R. Esercito

1° Squad. Savari nero bianco
2° Squad. Savari azzurro bianco
3° Squad. Savari cremisi bianco
4° Squad. Savari verde bianco
5° Squad. Savari giallo limone bianco
6° Squad. Savari nero bianco
7° Squad. Savari rosso bianco
Artiglieria treno nero giallo arancio id. per artigl.
Sanitą bianco rosso id. per fanteria


I militari del plotone invalidi conservano la farmula del reparto di provenienza.
8. - Giubba. - Č di tela cachi, oppure di fustagno bianco o millerighe per i sahariani; ad un solo petto, con bottoniera scoperta (5 bottoni di frutto: di metallo bianco per gli zaptič) e controspalline; lunga fino a coprire il cavallo dei pantaloni. Il bavero č diritto, e chiuso da un gangherino. Ha quattro tasche a taglio orizzontale con cannello, chiuse da una aletta con bottoni di frutto. Le maniche terminano con una manopola a punta.
9. - Camiciotto. - Č di tela cachi per gli zaptič a piedi, di tela o panno cachi per gli zaptič a cavallo; ad un solo petto, con bottoniera scoperta (bottoni metallici) e controspalline; bavero diritto con gli alamari soppannati di panno scarlatto; due tasche superiori laterali, chiuse da un'aletta sagomata a punta : le maniche terminano con una manopola diritta.
10. - Distintivi di anzianitą. - Sono i seguenti:

 

1 stelletta di panno rosso per chi ha servito 2 anni
2 stellette id.      id. id.      id. 6 anni
3 stellette id.      id. id.      id. 10 anni
1 stelletta di tessuto d'argento id.      id. 12 anni
2 stellette id.      id. id.      id. 14 anni
3 stellette id.      id. id.      id. 15 anni
1 stelletta di tessuto d'oro id.      id. 20 anni
2 stellette id.      id. id.      id. 24 anni
3 stellette ed oltre id.      id. id.      id. 28 anni


Le punte di ciascuna stelletta sono lunghe 1 cm. e mezzo dal centro.
11. - Distintivo di promozione per merito di guerra. - Consiste in una corona Reale ricamata in oro, delle stesse dimensioni di quella stabilita per la truppa nazionale.
12. - Distintivi di operaio, sellaio, cavallerizzo scelto, ecc. - Identici a quelli prescritti per la truppa nazionale, ricamati in filo rosso su panno nero.
13. - Camicia. - Č di tela bianca, del tipo di prescrizione nel R. Esercito. La camicia per i sahariani (suria) č lunga fino ad arrivare 10 cm. sotto il ginocchio.
14. - Cravatta. - Č di tela bianca, del tipo regolamentare nel R. Esercito.
15. - Pantaloni corti. - Per la fanteria, conducenti di cavalleria, artiglieria, sanitą, plotone invalidi: di tela bianca o cachi, del tipo di prescrizione nel R. Esercito per la truppa da montagna.
Per gli zaptič, cavalleria, treno: della stessa tela, (ovvero di pano cachi per gli zaptič a cavallo), del tipo di prescrizione nel R. Esercito per le armi a cavallo.
16. - Pantaloni lunghi per i sahariani (sursal). - Sono di tela bianca, del tipo comunemente usato dagli indigeni, senza bottoniera, stretti alla caviglia.
17. - Mutande. - Di cotone bianco, del tipo regolamentare nel R. Esercito.
18. - Farsetto a maglia. - Di lana, del tipo regolamentare nel R. Esercito.
19. - Fascia distintivo. - Č di lana di vario colore, lunga m. 2,30, larga cm. 40, sfrangiata all'estremitą. I colori della fascia distintivo sono i seguenti:

 

Reparto Colore fascia
Zaptič rosso
1° Battaglione Libico nero
Battaglione Libico azzurro
Battaglione Libico rosso
Battaglione Libico cremisi
Battaglione Libico scozzese
Battaglione Libico nero e cremisi (fondo nero striscia centrale longitudinale cremisi)
Squadrone Savari nero
2° Squadrone Savari azzurro
3° Squadrone Savari cremisi
Squadrone Savari verde
Squadrone Savari giallo limone
Squadrone Savari bianco e nero
7° battaglione savari bianco e rosso
Artiglieria-treno giallo arancio
sanitą bianco e rosso (fondo bianco, .striscia centrale longitudinale rossa)


I militari del plotone invalidi conservano la fascia del reparto di provenienza.
Per i gruppi sahariani, la fascia distintivo - dei colori sottoindicati - č del tipo analogo a quello degli altri reparti, lunga m. 3,20, con frangia di cordone alle estremitą.
- 1° gruppo: rosso;
- 2° gruppo: verde;
- 3° gruppo: nero;
- 4° gruppo: azzurro;
I colori della fascia distintivo e del fiocco del tarbusc per i battaglioni eritrei misti sono i seguenti:
- 17° battaglione: bianco e nero;
- 18° battaglione: bianco e giallo;
- 19° battaglione: verde e azzurro;
- 20° battaglione: verde e cremisi;
- 25° battaglione: nero e cremisi;
- 26° battaglione: verde e rosso.
20. - Fasce gambiere. - Di panno cachi del tipo prescritto per la truppa nazionale.
21. - Gambali. - Di cuoio naturale, del tipo prescritto nel R. Esercito per la truppa delle armi a cavallo; per gli zaptič a piedi, del tipo a stecca.
22. - Stivaletti. - Di cuoio naturale, del tipo prescritto per la truppa nazionale.
23. - Speroni. - Del tipo prescritto per la truppa nazionale.
24. - Sandali. - Di cuoio naturale, del tipo indigeno.
25. - Balghe. - Del tipo indigeno.
26. - Pezze da piedi. - Di cotone bianco, del tipo regolamentare nel R. Esercito.
27. - Soprabiti. - Mantellina: di panno cachi, del tipo prescritto per la truppa nazionale, senza stellette.
Pastrano: di panno cachi, del tipo prescritto per la truppa nazionale, senza stellette. Per gli zaptič, č di foggia sarda con cappuccio foderato di panno scarlatto.
Bornus: di panno turchino, con fregi e filettature di cordoncino di lana rossa del diametro di circa 1 mm., del tipo usato dagli indigeni.

 

§ 16. - CIRENAICA.

1. - Bandoliera e giberne. - Del tipo prescritto per la truppa nel R. E., di cuoio naturale.
2. - Copricapo. - Tachia: č una calotta di feltro rosso granato, del tipo comunemente usato dagli indigeni, munito di fiocco di seta bleu lungo circa 25 cm. La tachia per i meharisti č di tela bianca, terminante al centro della calotta con un fiocchetto di cotone (lungo cm. 5) dello stesso colore.
Sottotachia: č una calotta di tela di cotone bianco, del tipo comunemente usato dagli indigeni.
Turbante per i meharisti: consiste in una striscia di tela bianca o cachi lunga circa 5 m. larga circa 70 cm.
3. - Fregi per tachia. - Sono metallici, del tipo analogo a quelli di prescrizione nel R. Esercito, nelle varie armi e corpi, e precisamente:
- zaptič: fregio dei CC. RR. (con coccarda tricolore con la grande uniforme);
- savari: fregio dei palafrenieri;
- batterie: fregio dei reggimenti da montagna con al centro il numero della compagnia;
- treno: fregio della compagnia treno;
- sanitą: fregio delle compagnie di sanitą.
4. - Distintivi di grado. - Sul tarbusc sono costituiti da stellette metalliche, identiche a quelle prescritte per la truppa nazionale.
Sulle maniche sono costituiti da galloni di tessuto di lana rossa fatti ad angolo, uno sotto l'altro, con la punta rivolta verso la spalla, soppannati di panno nero a triangolo.
Lo sciumbasci porta sul tarbusc tre stellette disposte a triangolo equilatero, con la base parallela all'orlo inferiore del tarbusc, e sulle maniche tre galloni.
Il bulucbasci: due stellette in linea orizzontale e due galloni.
Il muntaz: una stelletta ed un gallone.
Il uachil: sulle maniche una stella di panno rosso a cinque punte, con le punte di mm. 25 dal centro, soppannate di panno turchino a triangolo di foggia e dimensioni analoghe a quelle stabilite per gli altri distintivi di grado.
5. - Distintivi di tiratore e di puntatore scelto. - Consistono rispettivamente in un fucile ricamato in argento e in un cannoncino ricamato in oro su panno nero.
6. - Camiciotto. - Č costruito in tela bianca; per gli zaptič in tela o panno cachi.
Il camiciotto di tela bianca č una specie di camicia, un po' garbata alla vita, con collo diritto, e polsini a tre bottoni; lunga fin quasi al ginocchio.
Il camiciotto di tela a panno cachi č ad un solo petto, con bottoniera scoperta (bottoni metallici) e controspalline, bavero diritto con gli alamari soppannati di panno scarlatto; due tasche laterali superiori, chiuse da un'aletta sagomata a punta; le maniche terminano con ima manopola diritta.
7. - Formula. - Č di panno di vario colore, con fregio di cordoncino di lana di mm. 1 alle bordure anteriori, e filettatura dello stesso cordoncino ai bordi superiori ed alle cuciture. Č chiusa anteriormente da due alamari costruiti con cordoncino di lana dello stesso colore di quello usato per i fregi e spesso mm. 8, fissati al lembo sinistro mediante due bottoni metallici cuciti con l'alamaro alla farmula: nel lembo destro, simmetrici a quelli li sinistra, altri bottoni nell'interno dei due lembi. Ha due lasche.
I bottoni sono di metallo bianco.
I colori del panno e del cordoncino sono rispettivamente i seguenti:

 

Reparto Colore panno Colore cordoncino
Zaptič scarlatto argento
7° battaglione libico cremisi azzurro
9° battaglione libico verde nero
Comando cavalleria nero bianco
4° squadrone savari celeste bianco
5° squadrone savari cremisi bianco
6° squadrone savari verde nero
7° squadrone savari nero giallo
8° squadrone savari bleu nero
Artiglieria giallo nero
Autogruppo marrone nero


I militari del plotone invalidi conservano la farmula del reparto di provenienza.
8. - Giubba. - Č costruita in tela cachi, chiusa al collo, a bavero diritto, sprovvista di martingala e con le due tasche inferiori tagliate un poco obliquamente. Gli zaptič adoperano i bottoni di metallo bianco;

9. - Distintivi di anzianitą. - Sono i seguenti:

 

1 stelletta di panno rosso per chi ha servito 2 anni
2 stellette id.      id. id.      id. 6 anni
3 stellette id.      id. id.      id. 10 anni
1 stelletta di tessuto d'argento id.      id. 12 anni
2 stellette id.      id. id.      id. 14 anni
3 stellette id.      id. id.      id. 15 anni
1 stelletta di tessuto d'oro id.      id. 20 anni
2 stellette id.      id. id.      id. 24 anni
3 stellette ed oltre id.      id. id.      id. 28 anni


Le punte di ciascuna stelletta sono lunghe 1 cm. e mezzo dal centro.
10. - Distintivo di promozione per merito di guerra. - Consiste in una corona Reale ricamata in oro, delle stesse dimensioni di quella stabilita per la truppa nazionale.
11. - Distintivi di operaio, sellaio, cavallerizzo scelto, ecc. - Identici a quelli prescritti per la truppa nazionale, ricamati in filo rosso su panno nero.
12. - Cravatta. - Č di tela bianca, del tipo regolamentare nel R. Esercito.
13. - Pantaloni corti. - Di tela bianca o cachi (per gli zaptič a cavallo di tela o panno cachi); del tipo di prescrizione nel R. Esercito per le truppe da montagna (per le armi a cavallo, del tipo di prescrizione nel R. Esercito per le truppe a cavallo).
14. - Pantaloni lunghi per i meharisti. - Di tela bianca o cachi del tipo comunemente usato per gli indigeni, senza bottoniera, stretti alla caviglia.
15. - Mutande. - Del tipo regolamentare nel R. Esercito, di cotone bianco.
16. - Farsetto1 a maglia. - Di lana, del tipo regolamentare nel R. Esercito.
17. - Fascia distintivo. - Č di lana di vario colore, lunga m. 2,30, larga cm. 40, sfrangiata alle estremitą. I colori della fascia distintivo sono i seguenti:

 

Reparto Fascia distintivo
Zaptič rosso
7° battaglione libico cremisi e azzurro a striscie verticali
9° battaglione libico nero e verde a striscie verticali
Comando cavalleria bianco e nero a striscie verticali
4° squadrone savari celeste
5° squadrone savari cremisi
6° squadrone savari verde
7° squadrone savari nero e giallo a striscie verticali
8° squadrone savari nero e bleu a striscie verticali
Artiglieria giallo canarino
Autogruppo marrone
Treno marrone
Deposito verde e rosso a striscie verticali
1° squadrone meharisti nero e rosso a scacchiera
2° squadrone meharisti nero e arancione a scacchiera
3° squadrone meharisti nero e verde a scacchiera
4° squadrone meharisti nero e bianco a scacchiera


I colori della fascia distintivo e del fiocco del tarbusc per i battaglioni eritrei sono i seguenti:

 

Reparto Fascia distintivo
13° battaglione giallo e rosso a striscie verticali
14° battaglione giallo e bleu a striscie verticali
15° battaglione arancione
16° battaglione bianco e verde a striscie verticali
21° battaglione nero e verde a striscie verticali
22° battaglione giallo e verde a striscie verticali
23° battaglione giallo e bianco a striscie verticali
24° battaglione verde e violetto a striscie verticali


18. - Fasce gambiere. - Di panno cachi, del tipo prescritto per la truppa nazionale.
19. - Gambali. - Di cuoio naturale, del tipo prescritto nel . R. Esercito per la truppa delle armi a cavallo: per gli zaptič a piedi del tipo a stecca.
20. - Stivaletti. - Di cuoio naturale, del tipo prescritto per la truppa nazionale.
21. - Speroni. - Del tipo prescritto per la truppa nazionale.
22. Balghe. - Del tipo indigeno.
23. - Pezze da piedi. - Di cotone bianco, del tipo regolamentare nel R. Esercito.
24. - Soprabiti. - Mantellina: di panno cachi, del tipo prescrivo per la truppa nazionale, senza stellette.
Pastrano: di panno cachi, del tipo prescritto per la truppa nazionale senza stellette. Per gli zaptič, č di foggia sarda con cappuccio foderato di panno scarlatto.
Bornus: di panno turchino, con fregi e filettature di cordoncino di lana rossa del diametro di circa 1 mm., del tipo usato dagli indigeni.
Barracano: larga striscia di tessuto di lana (di color bianco naturale o grigio, o avana chiaro) lunga in. 4,50, larga m. 1,30 con frangia.

 

 

 

 

Precedente

[ 1 ] [ 2 ] [ 3 ]

Successiva


 

 

-----------------

NOTE
(1) Gli ufficiali in servizio di S. M. portano i distintivi di grado e le controspalline dell'arma di provenienza, e gli alamari speciali al bavero.

 

 

FONTE

Ministero delle Colonie, "Regolamento e istruzione sulla divisa RR. Corpi di Truppe Coloniali", Roma, Edizione 1929.

 

 

 



 
Pagina Principale | Mappa del sitoInformazioni | Forum